ANCORA UNA VOLTA ABBIAMO PERSO UN'OCCASIONE - Massaggi a Milano

Utenti registrati: 24099 - Utenti online: 279

ARTICOLI

ANCORA UNA VOLTA ABBIAMO PERSO UN'OCCASIONE

Relazioni umane - 12/06/19 - Autore: Likelife68 -
Vorrei fare una premessa, quelle che seguiranno saranno solo delle considerazioni oggettive ed una mera opinione personale e non una presa di posizione a difesa di qualcuno e tanto meno un attacco, sono una persona che non ama lo scontro ma privilegia eventualmente il confronto ove ci fossero i presupposti. 
Per motivi personali mi sono assentato qualche giorno dalla lettura di MAM e quando finalmente mi accingo a farlo, come già accaduto in passato, mi trovo a leggere degli scritti che mi lasciano ancora una volta basito. Ho voluto riflettere prima di scrivere questo articolo, perché come esperienza insegna, spesso scrivere sull’onda emotiva non sempre è cosa giusta e saggia. Comprendo benissimo che questo è un luogo dove leggerezza, semplicità e soprattutto spensieratezza la debbano fare da padrone, però non vuol dire che le persone, i sentimenti e le emozioni vadano trattate allo stesso modo. Quando mi avvicinai a questo mondo, ognuno di noi lo fa per motivi diversi, avevo una mia idea, credevo che le operatrici (uso un linguaggio tecnico dato che non voglio offendere nessuno/nessuna) lavorassero su noi utenti in modo costruito, artefatto, viaggiando a compartimenti stagni privi di qualsiasi infiltrazione, emozione, ma che fosse solo ed esclusivamente la prestazione di un servizio dietro un compenso, come una qualsiasi attività. Dall’altra parte vedevo noi utenti come persone egoiste attente solo alle proprie esigenze ed ai propri bisogni personali, disposti solo a prendere senza dare, come normalmente accade quando si paga per aver un qualsiasi servizio.
Invece già dopo una breve frequentazione mi accorgo che molte, certo non tutte le operatrici, svolgono molto di più di quello che potrebbe sembrare una semplice prestazione di lavoro, ma già dal primo approccio si impegnano a comprendere e capire la persona con la quale stanno per interagire, cercando di entrare nella sua sfera emotiva per riuscire a dare quello che la persona sta cercando. Questo molto spesso crea uno scambio di emozioni e di intimità che comporta tutt’altro che una semplice prestazione, ma anzi si entra in una sfera talmente personale per entrambe le parti che va e andrebbe sempre gestita con grande attenzione. Dall’altra parte ho avuto modo di conoscere e leggere di molti utenti, i quali oltre che a ricevere, si prodigano per dare emozioni e gratificazioni alle stesse operatrici creando rapporti umani che danno un valore aggiunto a quello che accade tra le due persone e la così detta prestazione.
Considerato quanto sopra descritto, faccio veramente fatica a comprendere come a volte si possano fare certe recensioni, certi commenti e certe considerazioni su operatrici che lavorano in maniera esemplare o su certi utenti ormai ritenuti seri e affidabili che credono fermamente in ciò che scrivono. Sono consapevole che ognuno di noi sia una persona diversa, con una estrazione sociale differente, con un background diverso, però credo che umiltà, sensibilità, educazione e soprattutto rispetto, devono essere caratteristiche che ognuno di noi dovrebbe cercare di possedere a prescindere da dove arriva e qualunque sia la sua storia personale. Queste caratteristiche dovrebbero sempre far parte di noi e soprattutto qui, dove si parla di persone, di emozioni, a volte per alcuni, neanche lo sappiamo, ma di sentimenti. Le critiche alla persona, lasciano sempre in ognuno di noi delle cicatrici, quindi non andrebbero mai fatte dato che non portano alcun valore aggiunto per chi le riceve. Le critiche al modo di lavorare certo vanno fatte perché aiutano a crescere, ma bisogna fare attenzione non parliamo di un prodotto ma parliamo di una persona che ci dona la sua intimità esponendo le sue emozioni e la sua persona ogni giorno a tante persone differenti, mentre noi utenti ne incontriamo una sola e vorremmo che fosse la perfezione fatta persona.
Sono consapevole che quello che ho scritto non mi attirerà grandi simpatie, ma spero comunque che possa essere uno spunto di riflessione che possa aiutarci a migliorare, compreso il sottoscritto. Sono convinto che è umano sbagliare e accade ogni giorno ad ognuno di noi, ma riconoscere i propri errori ci può migliorare e migliorare gli altri.
 
Buona Vita!