Riflessioni su... una delusione - Massaggi a Milano

Utenti registrati: 23809 - Utenti online: 298

ARTICOLI

Riflessioni su... una delusione

Relazioni umane - 25/02/18 - Autore: mario4599 -
L'ultima esperienza massaggifera mi ha fatto riflettere.
Quando ho scritto la recensione, l'ho fatto a caldo, con le sensazioni ancora vive nel mio stato d'animo.
A distanza di svariati giorni, oggi, nel rilleggerla prima della pubblicazione, oltre a confermarne ogni singola parola, ho rivissuto le stesse sensazioni.
Ho avuto però anche il tempo di riflettere sull'accaduto e sperando di non annoiare, vorrei fare alcune considerazioni.

Ovviamente tralascio la parte relativa al centro, che come ho scritto è risultato un pò obsoleto e alquanto spartano, molto lontano dai centri thai che sto frequentando ultimamente, infatti sono fermamente convinto che possa essere un fattore assolutamente secondario, se l'esperienza del massaggio, almeno quella, fosse stata positiva.
Sia ben chiaro, non mi riferisco all'intrigo, ma al massaggio in senso lato.

La fonte che mi aveva riferito le doti massaggifere della ragazza, decantandone la bellezza, mi aveva anche accennato alla parte intrigante e quindi l'aspettativa era piuttosto alta, ma non tale da non apprezzare il massaggio se almeno quello fosse stato fatto in maniera sufficiente.
Più di una volta, le mie attese sulla parte intrigo sono state eluse, ma mi son comunque goduto il massaggio e sono uscito dal centro in questione senza alcun pentimento o delusione.

In considerazione del fatto che la freddezza riscontrata è stata palese, percepibile fin dall'inizio, mi domando quale possa esserne la motivazione.
Cosa può spingere una massaggiatrice a mutare il proprio comportamento usando l'arma del distacco o meglio, indifferenza al proprio lavoro.
Ovvio che ci sia stata una causa scatenante!

La mancanza di empatia?
Certamente, nei rapporti interpersonali può esserci più o meno feeling, a volte è una questione di pelle, a volte è antipatia a prima vista, tutto è possibile e plausibile, ma...cara ragazza se ti metti a fare la massaggiatrice, ritengo che oltre a un minimo di professionalità, tu debba fornirti di un'adeguata maschera sotto la quale nascondere il tuo stato d'animo.

Stanchezza/svogliatezza nel proprio lavoro?
Ci stà.....può capitare di essere in giornata no, ma....un sorriso, una gentilezza, non costano molto...anzi, direi niente!

Paura forse che la sua privacy sia stata scalfita dalla richiesta telefonica di uno sconosciuto di fare un massaggio precisamente con lei? 
E' possibile, ma quante volte succedono casi del genere, direi abbastanza spesso, per quel che mi risulta e non mi sembra niente di ecclatante!

La fragilità di una ragazza impegnata sentimentalmente, ma che non riesce a fare a meno di questo lavoro e quindi lo fa di nascosto cercando di evitare e evitarsi pubblicità?
Forse è proprio questa la spiegazione più plausibile.

Se così fosse, comprendo la ragazza e sono veramente dispiaciuto di aver innescato questa paura, non era sicuramente mia intenzione causarle questo tipo di sensazioni.
Ma mi sento anche di darle un consiglio, anche se so che non leggerà queste righe, forse è il caso di vivere a pieno la sua vita sentimentale e cambiare possibilmente lavoro.

Saluti.

ps.:  che ne pensate? è successo anche a voi?